Il nostro impegno per l’ambiente

Lo sviluppo e la gestione della grande viabilità nazionale è un’attività strumentale alla crescita economica e sociale del Paese. Il servizio offerto dai 1.400 km di rete autostradale gestita dal gruppo SIAS e le prestazioni di sicurezza stradale raggiunte nella gestione, sono un contributo concreto alla mobilità, alle comunicazioni e quindi alla prosperità dell’Italia nord-occidentale: un quadrante ad alta industrializzazione, cruciale per l’economia complessiva del Paese e dell’ Europa.

Non esistono tuttavia infrastrutture prive di potenziali impatti sull’ambiente. Le Concessionarie e le società di ingegneria del gruppo SIAS sono consapevoli di questi possibili risvolti e cercano quindi di improntare la propria azione su principi e criteri di tutela dell’ambiente, sfruttando le attività di propria competenza per contribuire ad un percorso virtuoso e di sviluppo sostenibile.

Il territorio è una risorsa preziosa, in Italia forse più che altrove. Infatti l’Italia esprime un’alta densità di popolazione con indicatori anche pari ad una volta e mezzo la media Europea. Inoltre una porzione molto importante del territorio nazionale è occupata dalle catene montuose delle Alpi e degli Appennini, aree con ridotta antropizzazione e che presentano le ovvie complessità e criticità nell’utilizzo del territorio e nella costruzione delle opere infrastrutturali. I progetti di potenziamento della rete autostradale SIAS tengono conto delle esigenze ambientali e territoriali, cercando di contemperare le caratteristiche dell’ambiente con i programmi delle istituzioni e le esigenze della comunità.

L’ambizione delle società del Gruppo SIAS è quella di creare e gestire infrastrutture secondo i più recenti ed innovativi criteri, non solo minimizzando gli impatti negativi e rispettando l’ambiente, ma concependo le opere come vere opportunità per ricostruire l’ambiente e il paesaggio e generare ricadute positive e durevoli sul territorio. Ciascun intervento sulla rete è oggetto di un attento studio per la valutazione dell’impatto ambientale (VIA), che viene discusso e condiviso con le istituzioni e reso disponibile alla comunità, secondo i principi di norma e di evidenza pubblica. Gli specialisti del gruppo SIAS procedono quindi alla valutazione del rischio d’impatto ambientale per le varie componenti: geologico, idrologico, acustico, atmosferico, ecc.  In questo modo, emergono le analisi che vengono sintetizzate in fase di pianificazione degli interventi e che indirizzano la realizzazione dei progetti ed il monitoraggio nella fase di realizzazione (rilievi dei parametri ambientali, osservatori ambientali, ecc.) volto a verificare l’effettivo manifestarsi delle previsioni d’impatto, l’efficacia dei sistemi di mitigazione ambientale posti in essere e a rilevare e gestire tempestivamente eventuali emergenze ambientali.

Le infrastrutture storiche sono poi oggetto di un miglioramento continuo e progressivo per raggiungere quegli obiettivi che vengono definiti dalle nuove normative e dalle mutate esigenze della società civile. A titolo di esempio, le infrastrutture SIAS sono oggetto di cospicui Piani di Risanamento acustico per fare fronte alle esigenze dettate da norme nazionali ed europee entrate in vigore dopo la costruzione delle opere Autostradali.